Esperti e istruiti

by

C’è un’enorme differenza fra essere esperti ed essere istruiti

Al microscopio presso il Laboratorio Regionale di Idrobiologia (Ariis di Rivignano, UD) nel 2008.

Quando mi laureai in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Trieste, correva l’anno 1997, ottenni un attestato che affermava che ero stato istruito adeguatamente nelle materie afferenti alla Biologia. Ma non ero un esperto.

In quel momento la mia esperienza consisteva nell’avere seguito dei corsi, avere affrontato poco più di una trentina di esami ed avere svolto uno studio sulle comunità di macroinvertebrati bentonici del torrente Bût (Carnia, FVG). La mia “esperienza” si limitava a quel torrente, dove avevo fatto uno studio su 12 punti, campionando stagionalmente per 5 stagioni (da agosto 1995 ad agosto 1996).

Forse l’ho già detto mille volte: a me quel lavoro piace. Considerato che venne progettato ed eseguito da un inesperto e tenuto conto del fatto che non venni seguito da qualcuno con esperienza in fatto di macrobenthos dei torrenti alpini, le ingenuità che ci sono mi sembrano perdonabili. Ma non ero un esperto.

L’Università mi aveva fornito, attraverso i corsi seguiti, gli strumenti per affrontare uno studio ecologico. Gli esami servivano esclusivamente a verificare se quegli strumenti culturali, in termini di metodo e nozioni, fossero stati acquisiti. La tesi di laurea fu un esercizio in cui dimostrai di sapere usare quegli strumenti e dunque l’Università poté certificare che avevo imparato quanto serviva per andare nel mondo reale e iniziare a lavorare come biologo. Ma non ero un esperto.

Sono passati 22 anni dal 1997. In questi 22 anni ho lavorato su decine di corsi d’acqua fra il Friuli, la Calabria e il Veneto. Ho seguito una quindicina di tesi di laurea come “correlatore” non accademico, ho scritto 16 articoli scientifici che sono stati accettati e pubblicati, ho continuato a dedicare molte ore all’anno a studiare, leggere articoli scritti da altri, imparare nuovi metodi, sperimentare. Ho progettato ed eseguito studi, ho seguito progetti di altri, ho lavorato per 22 anni, ho sbagliato e me ne sono accorto, ho cambiato modo di lavorare e ho verificato se funzionasse, ho sbagliato ancora e me ne sono accorto. Ho cambiato di nuovo qualcosa nel modo di lavorare. Ho valutato e verificato che avevo sbagliato valutazione, ho cercato di capire dove fosse l’errore, l’ho individuato e ho cambiato modo di valutare. Ho dato indicazioni gestionali e ho verificato gli affetti, ho scoperto che non c’erano i risultati voluti, ho cercato le cause e ho modificato la gestione, ho tornato a verificare e capito cosa funzionava.

Adesso sono un esperto.

Pubblicità

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: